PSE – Terapia Psicoenergetica (sec. BANIS)

Dettagli

I disturbi psicosomatici sono spesso la causa dell’inadeguata efficacia della terapia. Nella maggior parte dei casi i disturbi psicosomatici vengono messi in secondo piano e considerati solo dopo aver valutato tutte le possibili vie diagnostico-terapeutiche.
Il test psicoenergetico sec. Banis, è in grado di mostrare in breve tempo i conflitti psicosomatici e i conflitti inconsci che affliggono il paziente.

Su cosa si basa?
I coniugi Banis sono riusciti a formulare una serie di preparati emozionali omeopatici (differenti dai classici rimedi) che sono in grado di risolvere/alleviare in modo duraturo i conflitti interiori e disturbi psichici. In particolare vengono analizzati squilibri a livello dei chakra.
Chakra è una parola Sanscrita il cui significato è ruota o disco e indica uno dei sette centri di base di energia del corpo. I chakra sono correlati ai livelli della coscienza alle fasi inerenti lo sviluppo della vita, ai colori, suoni, alle funzioni del corpo e altro. Si potrebbero considerare come aperture, porte di accesso all’essenza del corpo umano.

Come si esegue?
Presso l’ortho-bio-med, i preparati emozionali vengono testati tramite l’elettroagopuntura.
Naturalmente, i risultati ottenuti poi sono discussi. Gli ostacoli trovati e resi coscienti, devono essere rimossi.

E’ indicata nei bambini?
Sì, questa terapia è molto indicata nella cura di problemi quali insonnia o difficoltà ad addormentarsi, irrequietezza, tristezza etc.
Se ci siano comunque degli scrupoli per via del contenuto d’alcool, la dose per il giorno seguente può essere preparata già alla sera precedente, lasciando aperta la bottiglia d’acqua – in modo tale che la quantità d’alcool diminuisce tramite evaporazione durante la notte.

Che cosa può succedere durante la terapia?
Molti pazienti riferiscono sogni più vivaci durante la prima fase della terapia (una settimana circa). Questo aspetto è semplicemente la conseguenza del “confronto” del paziente con una sua problematica finora non risolta.

Quanto dura la terapia?
La durata della terapia non è esattamente prevedibile. Di solito si va avanti per 2 mesi e successivamente se necessario si esegue un nuovo test. Da più tempo dura la problematica e più lunga sarà la durata della terapia.

Raccomandazioni per la terapia
Tute le gocce prescritte si prendono 2 volte al giorno: alla mattina presto, preferibilmente prima di colazione e alla sera, prima d’ andare a letto.
Si consiglia di bere molto e mangiare tendenzialmente in modo basico, ossia con pasti ricchi di verdure.

Riproduzione riservata – Orthobiomed 2016®