Oxyven – Infusioni di Ossigeno

Dettagli

La somministrazione endovenosa di ossigeno a basso dosaggio è il frutto di molti anni di ricerca soprattutto in Germania.

L’Istituto di Farmacologia della Hannover Medical School ha dimostrato che tramite la somministrazione di ossigeno si può avere una riduzione dell’adesione piastrinica e una forte vasodilatazione. Inoltre, si ha un rafforzamento del sistema immunitario grazie al miglioramento della mobilità dei globuli bianchi.
L’ossigeno è fondamentale per il corretto funzionamento delle cellule. Tramite questa tecnica, si migliorerà l’efficienza del metabolismo cellulare a cui conseguirà il ripristino della funzionalità degli organi.
Come si esegue?
Viene eseguita come una semplice flebo endovenosa.
Quali sono le indicazioni?
Le indicazioni per la somministrazione di ossigeno a basso dosaggio per via endovenosa sono numerose:

  • disturbi circolatori degli arti superiori ed inferiori (Edema, raynaud, claudicatio, ulcere, etc.)
  • Stato dopo ictus
  • capogiri e vertigini
  • disturbi della memoria
  • emicrania
  • disturbi circolatori del cuore
  • Ipertensione
  • Patologie dellorecchio: la perdita di udito, tinnito, Menier
  • Patologie dell’occhio
  • Allergie: rinite, asma, eczema
  • malattie della pelle
  • malattie intestinali croniche (Crohn)
  • Disturbi metabolici
  • Insonnia
  • suscettibilità alle infezioni
  • Disintossicazione Epatica

Quante sedute sono necessarie?
Presso l’Ortho-Bio-Med l’Oyxven viene eseguito in maniera integrata con altre metodiche a dipendenza del contesto clinico del paziente.
Solitamente viene eseguita una seduta a settimana per 5 settimane

L’infusione durerà 10-20 minuti.
Quali sono le controindicazioni?
Non viene eseguita in caso di febbre o in corso di infezioni. Il trattamento è molto ben tollerato.

Riproduzione riservata – Orthobiomed 2016®